Descrizione immagine

Perché la luce sia splendente ci deve essere l'oscurità!- Hikari Verona

28 gennaio 2011

La luce, le tenebre


Perché la luce sia splendente ci deve essere l'oscurità! Quale migliore citazione, come questa di Francis Bacon, per evocare l'eterna lotta tra il bene ed il male e la trasposizione narrativa della stessa, per di più ambientata tra i pini ed i cipressi delle Torricelle, cuore verde e collinare di Verona. Proprio nella città veneta Marco Nundini, autore di casa, presenta il suo Maxima Culpa, un giallo a tinte fosche, dal respiro inquietante, tormentato ed enigmatico sino all'ultima pagina.


Il romanzo vede di nuovo in azione la giovane investigatrice Loreta Assensi, umorale e scaltro ispettore dell'Anticrime scaligera, questa volta impegnata a risolvere un brutale omicidio accaduto tra i quartieri collinari della "Verona bene". Un'indagine piena di ritmo, sterzate improvvise, che vede uno straordinario universo femminile impegnato nella ricerca della verità. Un trama già anticipata al Pisa Book Festival 2010 dove il booktrailer del romanzo ha meritato il secondo posto al concorso MyBooktrailer organizzato dall'emittente Sat2000 e dalla trasmissione La Compagnia del Libro. In Maxima Culpa sono le tenebre, quella della mente umana, e la luce della razionalità a farla da protagoniste. Non è dunque casuale che per questo aperitivo letterario il libro di Marco Nundini trovi ideale collocazione nello showroom di Hikari, azienda veronese il cui nome orientale, così come la sua mission, siano sinonimo di "luce".

 


Marco Nundi ni presenta Maxima Culpa a Ikari di Verona

Location originale


Un atelier che propone nuove idee di "luce", non è un caso che il termine nipponico "ikari" sia sinonimo di luce, non poteva che essere il luogo ideale per presentare un giallo dove, e scusate la ripetizione, luce e tenebre si alternano in un'indagine senza respiro. La presentazione, con tanto di aperitivo letterario, si è sviluppata nei tre piani dell'esposizione Ikari. In uno di questi è stata allestita una "scena del crimine" in piena regola, mentre l'ingresso, in una sorprendente coreografia di luci ed ombre, ha ospitato la sala di proiezione che rilanciava il booktrailer.


Marco Nundi ni presenta Maxima Culpa a Ikari di Verona

Hikari Verona

Hikari [luce in giapponese] nasce per offrire soluzioni per l'illuminazione, sia standard sia personalizzate, prevalentemente a LED. Il mercato dei LED è in continuo sviluppo e se da un lato offre molti prodotti per le più diverse esigenze, dall'altro pone numerose difficoltà a chi deve individuare la giusta soluzione per le proprie. Il nostro punto di forza sta nella competenza necessaria a individuare il giusto prodotto per l'applicazione richiesta, in modo da garantire efficienza e durata nel tempo con particolare attenzione ad una ottimizzazione dei costi di ricerca, sviluppo e produzione. La nostra esperienza ci rende i partner ideali per chi pone in primo piano il progetto, il nostro staff segue il cliente offrendo di volta in volta soluzioni che verranno valutate assieme per ottenere il miglior risultato possibile. I nostri campi di applicazione sono svariati: l'illuminazione architettonica di interni e di esterni, il complemento d'arredo, l'illuminazione pubblica, privata, espositiva (lettere scatolate, banner, pannelli retroilluminati...), la cromoterapia e la fototerapia.